Genesa Crystal

2 maggio 2017

Nessun effetto è in Natura sanza ragione; intendi la ragione e non ti bisogna sperienza (Leonardo da Vinci).

La Natura è scienza, è logica, è irrazionalità, è magia, è bellezza, è crudeltà, è provvida, è madre, è un racconto interiore che si narra con i suoi linguaggi, le sue fisionomie ed i suoi richiami, esercitando influssi sul mondo circostante. I suoni, i colori, le forme geometriche che si trovano in Natura, tutto è magia. Gli animali, le piante e i minerali agiscono sull’uomo, lo attirano o lo respingono, lo guariscono o lo rendono malato e quindi possiedono potere magico. Quando guardiamo il sole, le stelle, le montagne, i fiumi o i laghi sentiamo che essi agiscono su di noi, ci influenzano, positivamente.

Il dott. Derald Langham, celebre genetista agricolo, ha sviluppato nel 1950 il Cristallo Genesa, con il quale ha creato nuovi ceppi di piante. Nella sua struttura la Genesa rispecchia il modello cellulare di un organismo vivente embrionale dopo la terza divisione. A questo stadio di 8 cellule la struttura cellulare di tutte le forme di vita è identica, per cui da questo punto in poi la vita può espandersi in ogni direzione. Genesa, nella sua forma, è la matrice codificata della forza vitale ed è direttamente correlata  con l’energia vivente che si muove a spirale in tutte le forme di crescita, sviluppo e cambiamento. Rende visibile l’invisibile, cioè la geometria dei campi energetici che avvolgono il nostro sistema tridimensionale e lo penetrano fino al nucleo cellulare.

Genesa Crystal si presenta fisicamente come una grande e attraente forma geometrica costituita da anelli intrecciati che formano un cubo sferico ottaedro (un poliedro con 14 facce, di cui 6 quadrati e 8 triangoli), che contiene al suo interno:                                                                                                                                                                         

- i 5 solidi platonici (tetraedro o piramide, esaedro o cubo, ottaedro formato da otto triangoli equilateri, dodecaedro formato da dodici pentagoni e icosaedro formato da venti triangoli equilateri), dai quali derivano elementi presenti in Natura, studiati da matematici ed astronomi, che hanno ispirato artisti rinascimentali e moderni, non archiviati nemmeno dalla scienza;

 

- il cubo di Metatron, che viene fatto risalire al periodo biblico, all’arte cristiana ed agli studi matematici di Leonardo Fibonacci, è considerato lo schema biogenetico universale, il modello geometrico primario della Natura, cioè la ripetizione modulare del Seme della Vita (sette cerchi posizionati secondo una simmetria esagonale), che contiene lo schema dell’Albero della Vita;

 

- la Sezione Aurea scoperta da Archimede, che la riteneva la sublime espressione dell’Universo. In pratica si tratta di un rapporto numerico il cui valore approssimato è di 1,618, che ritroviamo ovunque in Natura e che ci trasmette Bellezza ed Armonia, forme, proporzioni e rapporti che sono i mattoni di tutta la vita organica, la forma primaria della cosmometria strutturale.

 

La forma geometrica della Genesa Crystal è perfettamente allineata con la Natura in quanto rispecchia quella dei cristalli e come un cristallo naturale crea un vortice di energia, che si muove a spirale e amplifica l’energia sottile, cioè le forze -eteriche- degli esseri viventi (piante, animali, uomo) che si trovano in sua presenza. Si tratta, in altre parole, di una antenna che attrae generando ed amplificando un vortice di altissima vibrazione e qualità energetica. Non dobbiamo, infatti, dimenticare, che tutta la materia dell’Universo in cui viviamo è costituita da onde di energia che vibra a varie frequenze.

In agricoltura la Genesa Crystal serve per accumulare l’energia che proviene dalla terra e dall’atmosfera (cosmo), creando un campo di forza eterica che aiuta la crescita e rinvigorisce le piante, allontana gli insetti nocivi, aiuta a riequilibrare e riarmonizzare il ciclo energetico naturale terra / cielo. Viene utilizzata presso i famosi giardini di Perelandra di Felters Cottage, Findhorn, Machaelle piccolo Wright, che lo usano come un condizionatore veicolatore di energia positiva.

Noi di 4 Principia Rerum abbiamo posizionato in azienda due Genesa Crystal con un cristallo di rocca, o quarzo ialino, al centro, per amplificarne gli effetti:

  • la prima del diametro di 90 cm in mezzo ad un triangolo composto da 3 monoliti accanto alla stagno ed alla statua dell’astrologos, in prossimità degli alveari;
  • la seconda del diametro di 60 cm in mezzo al meleto.

Il raggio di azione o vortice di energia delle due Genese Crystal copre l’intera superficie aziendale influendo sulle radiazioni di energia (misurabili in Bovis) emesse dagli esseri viventi, sul loro tasso vibrazionale di energie sottili. Influenza positiva con effetti duraturi sul piano fisico, sulla crescita delle piante, sulla vita e la forza delle api, sulla qualità della fruttificazione, sull’equilibrio generale del mondo vegetale.

Domanda, a questo punto, si impone: la Genesa Crystal funziona davvero? La risposta divide: da una parte chi la pratica sostiene che funzioni, dall’altra chi la liquida come una bufala; in mezzo dovrebbe esserci la scienza, che non vuole entrare nel campo che considera metafisico ovvero non precisamente dimostrabile. Noi possiamo solo rispondere che nell’ambito di una visione olistica della nostra attività aziendale in regime di agricoltura biodinamica, è l’insieme degli elementi, cioè delle pratiche (preparati da cumulo, da spruzzo, letame e humus di lombrico, che sono tutti prodotti naturali, forze eteriche ed astrali, energie orgoniche) che fa la differenza. Seppur si basi solo parzialmente su basi scientifiche, l’agricoltura biodinamica esiste e vale la pena di ascoltare chi la sostiene e la pratica, non sussistendo controindicazioni a fronte della purezza e trasparenza intrinseca del metodo, nonché di considerarla, libero ciascuno di criticarla e/o di non volerci avere a che fare. Ciò che conta è che noi ci crediamo, cerchiamo di ottenere e vediamo i risultati pratici; ed un tanto basta! In ogni caso, per gli scettici più intransigenti si può concludere che la Genesa è comunque una bell’oggetto e si trova a suo agio nel mezzo del triangolo di monoliti vicino allo stagno – acqua -, che è pura espressione di vita. Del resto, chi è cresciuto con la basilare cultura classica che si fondava sulla filosofia di Platone, per poi crescere con l’imperativo categorico razionalista kantiano e la legge morale universale, per finire con la dialettica hegeliana e l’antinomia di Florenskij, non può non essere attratto dalle “forze di vita” che si estrinsecano in Natura.

Abstract finale: felicità è trovarsi con la Natura, entrare in connessione con essa significa mettere da parte la convinzione di essere importantissimi, quasi divini e renderci conto una volta per tutte che siamo semplicemente umani.